Non lo dico solo io...

"Se volete figli intelligenti leggete loro le fiabe. Se volete figli molto intelligenti leggete loro molte fiabe." Albert Einstein

Contatti

Sei un illustratore o un'illustratrice per l'infanzia in cerca di favole da illustrare e ti piacciono i contenuti del mio sito? Puoi contattarmi all'email info@favoledellabuonanotte.it; insieme possiamo provare a creare un progetto editoriale da proporre a qualche casa editrice del settore.

Magodelfia eBook

Leggi il mio eBook di Enrico di Magodelfia (le avventure del bambino terrestre che riportò la libertà nel paese dei maghi): il mio primo romanzo per bambini che divertirà sia i piccoli lettori che i loro genitori.

Favole su misura

Se vuoi raccontare ai tuoi figli o ai tuoi nipotini una favola fatta su misura per loro, inviami i particolari che dovranno caratterizzarla (nomi dei personaggi principali, ruolo del/della protagonista, ambientazione specifica etc etc), la riceverai in circa tre settimane via email e se vuoi verrà pubblicata sul sito. SERVIZIO MOMENTANEAMENTE SOSPESO - mi dispiace tanto ma purtroppo non riesco più a star dietro alle richieste, spero di riprendere il prima possibile

Facebook
Prisca e il provino cinematografico

Un famoso regista si sarebbe recato nella scuola di Prisca per selezionare una bambina a cui far interpretare la pubblicità del famoso shampoo “Troccoli”.

Lo spot doveva ritrarre una bambina dai lunghi capelli biondi e abboccolati mentre correva in un prato fiorito. Nella scena finale la telecamera inquadrava il volto della bimba e la battuta da pronunciare era la seguente: “Shampoo Troccoli, per boccoli a grappoli”.

Le compagne di classe di Prisca erano tutte impazzite di gioia all’idea di poter diventare le protagoniste dello spot e avevano chiesto alle loro madri di pettinarle e acconciarle nel migliore dei modi in vista del provino.

Purtroppo le loro madri le avevano assecondate, e così il giorno dopo la scuola elementare era piena di bambine mascherate da donne adulte.

Prisca non badava granchè a queste cose: era una scolara di otto anni, amava correre e giocare con i suoi compagni e sentiva dentro di sé che avrebbe iniziato a guardarsi con più attenzione allo specchio non prima dei dodici anni.

    Il giorno precedente, a scuola, la sua compagna di classe Lavinia Van Gan le aveva detto:- Tu non potresti partecipare al provino nemmeno se lo volessi, perché hai capelli corti e scuri, cioè l’opposto di quello che ha chiesto il regista. Io invece sono perfetta, perchè ho boccoli biondi morbidi e fluenti, come dice mia madre.

    - Contente voi, contenti tutti.- aveva ribattuto Prisca senza darle troppa importanza.

 

Una volta rientrata a casa, raccontò a suo nonno quello che le aveva detto Lavinia Van Gan:- Lascia starnazzare quell’oca.- fece lui- Tu stai bene così, credi a me.

Prisca non si fece altre domande e insieme andarono a tavola per il pranzo.

L'indomani era il giorno fatidico e splendeva un gran bel sole. Il regista Mirko Talani aveva sistemato nel cortile della scuola tutte le sue cineprese assieme al resto della troupe: le bambine dai lunghi capelli biondi, tinti e abboccolati erano già in fila accompagnate dalle loro madri. Sembravano tutte uguali fra loro, sia le bambine che le madri.

A ricreazione Prisca scese anche lei in cortile per giocare ad acchiapparella con i suoi compagni: con i suoi capelli corti e spettinati poteva essere facilmente scambiata per un maschietto, anche perchè correva più veloce di molti di loro e pareva davvero impossibile acchiapparla.

Mentre Lavinia Van Gan stava recitando la sua battuta, “Shampoo Troccoli, per boccoli a grappoli”, Prisca si vide accerchiata da quattro bambini che erano decisi a fermarla eliminandola dal gioco.

Senza pensarci troppo su, decise allora di arrampicarsi sull'albero che era dietro di lei, dove sperava che i suoi amici non sarebbero riusciti ad acciuffarla.

Il regista Mirko Talani notò la scena e ne rimase divertito, convinto però anche lui che Prisca fosse un maschietto.

Pure la maestra di Prisca si accorse allora dell'arrampicata sull'albero, e giustamente la rimproverò gridandole:- Prisca! Scendi subito da lì, rischi di romperti l'osso del collo!

Fu allora che il regista si accorse che quel folletto così agile era una femminuccia:

- Stop!- disse allora Mirko Talani.

- Non va bene come ho detto la battuta?- chiese preoccupata Lavinia Van Gan.

Mirko Talani sembrò non udirla neppure e disse invece a Prisca:- Si, scendi da quell'albero che potresti farti male. Dì un po', per caso sai sai anche cantare e fare le capriole?

- Abbastanza.- rispose lei con modestia.

- E allora prova a imparare queste poche battute,- le disse lui porgendole un copione- e poi torna qui da noi.

Per farla breve, Prisca venne scritturata da Mirko Talani per un allegro musical sulla vita di Calamity Jane, la mitica eroina del West, dove lei avrebbe interpreto la Calamity bambina.

La faccia di Lavinia Van Gan quando venne a sapere della notizia divenne bianca come il latte appena munto.

Prisca si divertì moltissimo a girare le scene del musical, a imparare le canzoni e  a eseguire perfino qualche semplice  passo di danza.

Ebbe anche modo di cavalcare un piccolo pony di nome Candido.

Terminato il film però, Prisca non pensò mai che da grande avrebbe desiderato  fare l'attrice.

Si è diplomata, si è laureata ed è diventata un'ottima insegnante di matematica.

Oggi che ha 35 anni lavora nelle scuole di periferia e salva tanti ragazzi dalle devianze della strada, è mamma di due bambini e si fa ancora un sacco di risate quando vede in TV gli spot dello shampoo Troccoli.

una favola di  Arianna Lana

 

Commenti (18)
  • Anonimo  - prisca e il provino cinematografico

    :D bellissima fiaba, molto attuale e significativa

  • Anonimo  - re: prisca e il provino cinematografico
    Anonimo ha scritto:
    :D bellissima fiaba, molto attuale e significativa

    Grazie, forse è la meno fiaba di tutti, proprio perchè tratta un tema che di fiabesco ha poco, ma sicuramente c'è lo sforzo di essere attuale e di parlare ai bambini dei sortilegi moderni ... certo, questa favola necessiterebbe più di altre dell'intermediazione di un adulto ...

    buon proseguimento e a presto,

    Arianna

  • jenny  - bellissima questa favola

    ;)) ;)) bellissima questa favola ee bellissima come tutti i brani in questa ;))

  • Arianna  - re: bellissima questa favola
    jenny ha scritto:
    ;)) ;)) bellissima questa favola ee bellissima come tutti i brani in questa ;))

    Ciao Jenny,

    grazie del commento a Prisca, mi fa piacere che ti sia piaciuta perchè è una delle fiabe meno commentate ... forse proprio perchè, come dicevo sopra, è forse quella che meno assomiglia a una fiaba.

    Buon proseguimento di lettura e a presto,

    Arianna

  • mattia puppo

    ciao sono Mattia ed ho 5 anni e mezzo, mi piacciono un sacco le tue storie; le leggo la notte prima di andare a dormire :D

  • Arianna

    Ciao Mattia,

    complimenti, sei un lettore giovanissimo :D , io alla tua età ancora non leggevo ma mi piaceva tanto ascoltare le fiabe sonore sulle vecchie musicassette.

    Io spero tanto che le mie favole ti accompagnino anche nei tuoi sogni e ti prometto che continuerò sempre a scriverne di nuove. La prossima arriverà prima di Halloween (forse la pubblico già domani) e si intitola "I gemelli Carletti e l'insolito Babau", poi mi dirai se ti avrà divertito.

    Un abbraccio e buone letture,

    Arianna :D

  • Leonardo e Michela  - ci piace molto

    :pirate: :love: siamo due fratellini di Roma, questa fia ba ci e' piaciuta molto ! Complimenti.

  • Arianna

    Ciao ragazzi,

    grazie di avermi fatto sapere che a favola vi è piaciuta, per me è sempre importante avere il riscontro dei miei lettori (se poi questo riscontro è positivo sono molto contenta).

    Vi prometto che anche le altre favole saranno all'altezza della vostra fantasia :D

    Un caro saluto,

    Arianna

  • alexia

    :idea: :D fantastica

  • Arianna

    grazie Alexia,

    sono contenta che ti è piaciuta: come favola è decisamente insolita e può non arrivare a tutti.

    Un caro saluto e buone letture,

    Arianna :D

  • mirela  - ma che bella questa "fiaba"/storia

    e' veramente bella, e alla mia bambina Sabina e' molto piaciuta. me l'ha fatta leggere due volte di seguito. brava Arianna.

  • Arianna

    Ciao Mirela,

    grazie del tuo bel commento, mi ha fatto molto piacere sapere che la tua piccoletta abbia chiesto il bis :D

    Mandale un caro saluto da parte mia e dille che spero che anche qualche altra favola del sito le piaccia altrettanto.

    Buone letture e sogni d'oro,

    Arianna

  • Loredana

    Carina. Per una volta non ha vinto la più bella ma la più vivace e simpatica. Allora c'è sempre speranza.... Scherzo! Comunque é un buon messaggio.

  • Arianna

    Grazie, questa favola fa il paio con quella di "Violetta e il segreto dell'eterna bellezza": entrambe, per fortuna, mi sono state ispirate da quello che tante volte fin da bambina ho visto accadere intorno a me.

    Un caro saluto e buona mattinata,

    Arianna

  • Giorgia

    Carina questa favola sulla spensieratezza dell'infanzia. Per un attimo mi sono chiesta se non ci fosse qualcosa di autobiografico! Complimenti Arianna.continua a scrivere queste belle storie.
    La mamma di Elena e Chiara di 4 e 8 anni che si addormentano sempre cullate dalle tue parole.

  • Arianna

    Ciao Giorgia,

    grazie di avermi fatto sapere che le mie favole piacciono alle tue piccole.

    No, non c'è nulla di autobiografico nel senso che non mi è mai capitata un'esperienza del genere né da bambina né dopo, però chissà, se mi fosse capitata forse mi sarei divertita. Sicuramente mi è capitato di incontrare persone con diversi "concetti di bellezza", e questo mi ha aiutato fin da piccola a formarmene un'idea tutta mia (quella che ritrovi nella favola di "Violetta e il segreto dell'eterna bellezza";).

    Effettivamente una cosa di parzialmente autobiografico c'è: anche a me sarebbe piaciuto tantissimo diventare un'insegnante, che per me è il lavoro più bello del mondo, però purtroppo non potevo rischiare una vita di precariato e mi sono dovuta organizzare diversamente, scegliendo una facoltà che mi permettesse di iniziare a lavorare immediatamente dopo la laurea, in ambiti diversi da quello dell'insegnamento.

    Un caro saluto e buon proseguimento di giornata,

    Arianna

  • Matteo

    :) bellissima

  • Arianna

    Ciao Matteo,

    grazie per avermi fatto sapere che ti è piaciuta,

    buona mattinata,

    Arianna

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img]   
:D:angry::angry-red::evil::idea::love::x:no-comments::ooo::pirate::?::(
:sleep::););)):0
Security
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell'immagine.
 

Leggi alcune delle "favole su misura" richieste dai nostri lettori

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti sulla pubblicazione di nuove favole e sulle altre iniziative del sito










CONSIGLIATI DA NOI